Published On: lun, Nov 12th, 2012

Linee guida per aspiranti scrittori

linee_guida_scrittori_esordienti

La scrittura è un’attività che affascina molte persone, e per molti il riuscire a scrivere un libro è uno dei principali sogni nel cassetto.

Per tutti coloro che hanno deciso di mettere in atto questo sogno e dedicarsi alla scrittura può essere difficile riuscire a raggiungere il proprio scopo, e per questo motivo andremo ora a fornire alcune linee guida che può essere utile seguire.

E’ necessario e doveroso sottolineare che non esiste una formula standard che permetta a chiunque di diventare uno scrittore; il nostro scopo, con il presente articolo, è piuttosto quello di fornire degli spunti di riflessione per tutti coloro che sono interessati a questo argomento.

In primo luogo, un elemento davvero importante riguarda l’avere ben chiaro ciò che si vuole scrivere prima di iniziare a mettere nero su bianco i propri pensieri. In questo modo, infatti, sarà possibile procedere con il documentarsi in merito agli argomenti di cui si vuole trattare oppure agli elementi che si pensa di inserire all’interno del proprio racconto. Qualora, ad esempio, si volesse scrivere un libro giallo ambientato in una determinata epoca sarà bene informarsi rispetto agli usi e costumi in vigore in quegli anni, in modo tale che ciò che verrà di volta in volta inserito all’interno della narrazione risulti sempre coerente.

E’ bene sottolineare che, con questo, non si intende togliere allo scrittore la possibilità di tornare sui suoi passi : lo scrittore non deve infatti necessariamente proseguire in una determinata direzione una volta che è stata intrapresa. Spetta solo a chi scrive decidere di cosa scrivere e come inserirlo all’interno della narrazione, ma è bene non dimenticarsi mai che gli elementi devono essere coerenti (questa raccomandazione diviene particolarmente di rilievo nel momento in cui si scrive di episodi e date storiche).

Dopo che si è deciso quale sarà il genere a cui apparterrà la propria opera, una buona idea è quella di provare a mettere per iscritto un riassunto della trama. Anche se può sembrare banale, il mettere nero su bianco un sunto rispetto a ciò di cui si andrà a trattare, come si svolgerà a grandi linee la storia e come andrà a finire permetterà a chi scrive di ridurre il rischio di cadere nel famoso blocco dello scrittore.

Dopo aver realizzato questo schema generale può essere utile crearsi una sorta di scaletta in cui saranno riportati in ordine cronologico gli eventi attorno a cui ruota la storia. Questo consiglio si rivela particolarmente valido se si ritiene che, successivamente, la storia verrà raccontata facendo un grande uso delle tecniche narrative del flashback (detta anche analessi) oppure quella del flashforward (detta anche prolessi).

Successivamente può essere stilata anche una scaletta che contempli gli eventi ordinati secondo il modo in cui verranno inseriti all’interno del racconto; essa può essere utile per non perdere di vista ciò che è necessario scrivere e raccontare.

Un ultimo consiglio rispetto ai racconti brevi: in questo caso è opportuno affrontare il tema principale in maniera concisa e maggiormente concentrata (mentre questo non è così essenziale nei romanzi).

Speriamo di aver fornito degli spunti utili agli aspiranti scrittori, ora non ci resta altro da fare che augurare loro buon lavoro!

Invia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

Copyright © 2012-2013 Tutti i diritti riservati - info@scrivere.net