Published On: mar, Nov 6th, 2012

Il genere sentimentale

romanzo_rosa

Nell’Inghilterra del XIX secolo nasce il romanzo rosa che, sin dagli albori, viene riconosciuto come gran successo. La ragione della riconoscibilità di questo tipo di libri è da riferirsi, probabilmente, alla struttura stessa della narrazione che risulta precisa e chiara, mentre la trama si svolge particolarmente intorno a due protagonisti: un uomo e una donna.

Il primo solitamente è caratterizzato dalla gentilezza e da un fascino particolare, che coinvolge emotivamente e sensualmente la donna, che risulta semplice e dalle stupende fattezze. Il loro incontro genera amore e passione. Quello che differenzia una trama dall’altra è riferito allo sviluppo di questo amore, che potrà essere coronato dall’unione vera e propria solo in conclusione del testo. La presenza di ostacoli concreti, persone indesiderati e eventi avversi causa questo ritardo, che diventa motivo di struggimento e lotta senza confini per il raggiungimento dell’obiettivo. Questo genere di romanzo è solitamente rivolto ad un pubblico femminile, in questo contesto ha portato la verifica concreta Barbara Cartlan, la quale ha dimostrato, con oltre settecento opere, il coinvolgimento di questo tipo di pubblico.

La storia d’amore ricalca l’ideale di ogni donna, il sentimento generato dall’incontro tra i due profili principali può solo essere la forza che fa valicare qualsiasi ostacolo, facendosi spazio tra paure, difficolta e complicazioni. La fine a cui conducono queste trame ha subito delle modifiche nel corso del tempo, infatti nel passato questo non sfociava sempre in un lieto evento in un evento, basti pensare a Romeo e Giulietta

La massima gloria raggiunta da questo genere in Italia è da riferirsi al periodo di pubblicazione della collana Biblioteca delle Signorine, prodotta dalla Salani Editore con l’inizio del 1912. In seguito ricevettero molta riconoscenza anche i romanzi di Amalia Liana, famosa negli anni Trenta. Ad oggi la collana più conosciuta rimane la Harmony, che riesce a vendere circa 6 milioni di libri ogni anno.

Questo genere di scrittura non si può definire strettamente letteratura, piuttosto è da riferirsi ad un fenomeno commerciale che viene prodotto con l’unico scopo di essere venduto nel maggior numero di copie possibile.

La struttura su cui queste storie si basano è da riferirsi ai post. Nel tempo anche questa modalità di scrittura ha subito dei cambiamenti e, sicuramente, anche lo stile ha subito gli influssi della società moderna, che vede presente l’emancipazione della figura femminile. I gusti delle lettrici nel tempo hanno subito evidenti cambiamenti che non accettavano più l’ideale femminile ristretto e sottomesso bensì preferivano la donna coraggiosa e sicura di sé. L’evoluzione sociale ha fatto sì che prendessero spazio temi come il divorzio, il sesso e la carriera, quindi tutti quegli argomenti che riguardano strettamente il cambiamento della figura femminile. Dal genere rosa poi è nato un sottogenere detto chick-lit . Questo modello ha segnato l’avvento di numerose serie, prima di tutte Il diario di Bridget Jones, scritto dalla giornalista inglese Helen Fielding. Il gusto di questi romanzi è sicuramente piacevole e leggero, tutto ruota intorno ad una donna, in genere trentenne, che soffre per il mancato raggiungimento del matrimonio. In questo caso irrompe l’ideale dell’unione con l’uomo desiderato, che diventa obiettivo centrale di tutto lo sviluppo della storia.

Il cambiamento più radicale e visibile si è verificato con l’avvento dei romanzi alla Sex and the City, dove le protagoniste sono figure femminili in carriera, sempre eleganti e alla moda, che hanno voglia di passione e libertà. Se guardiamo ai volumi pubblicati da Candace Bushnell, Sophie Kinsella o Lauren Weisberg, notiamo che uno dei temi predominanti è quello del sesso, anche se dietro la spudoratezza dei personaggi si nasconde la sensibilità di un cuore tenero.

Invia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

Copyright © 2012-2013 Tutti i diritti riservati - info@scrivere.net